• Via Maestri del Lavoro 50, 30015 Chioggia (VE)
  • 041 403317
  • Lun-Ven: 9:00 - 13:00

Progetto Cava JC

Valutazione dello stato della risorsa Callista chione nell’area di cava JC ad oltre 10 anni dagli interventi di dragaggio

Negli ultimi anni gli interventi infrastrutturali a difesa della costa veneta sono aumentati a causa dei sempre maggiori eventi di mareggiate che colpiscono le coste regionali, evidenziando la presenza di aspetti conflittuali inter-settoriali con le attività di pesca, con particolare riguardo alla raccolta dei molluschi bivalvi, i quali sono un elemento che la strategia messa in atto dal FLAG del Veneziano intende limitare al massimo.

Questo progetto si inserisce nelle indicazioni della SSL del FLAG del Veneziano, in quanto prevede la creazione di un protocollo d’azione da attuare in caso di intervento infrastrutturale, a seguito dell’evidenza di effetti negativi apportabili da simili opere in caso di non condivisione delle modalità operative di attuazione.

Con questa iniziativa si intende esporre un quadro aggiornato della situazione di un’area altamente vocata alla presenza di Callista chione oggetto di due successivi interventi di dragaggio a fini di ripascimento delle spiagge.

L’obiettivo generale del progetto è evidenziare l’importanza dell’adozione di un protocollo di linee guida da attuare in caso di interventi infrastrutturali che interferiscano con altre attività economiche in ambito marino. La positività di questa adozione potrà essere estesa anche alle altre attività interessate ed essere modellata in modo specifico ed in relazione alla tipologia di conflitto.

Gli obiettivi specifici del progetto si sviluppano partendo dall’importanza di attuazione di linee d’azione condivise in caso di conflittualità tra settori economici e sono valutare lo stato della risorsa fasolari in una delle aree maggiormente vocate del Nord Adriatico, evidenziare le conseguenze subite dalla risorsa fasolari a seguito di azioni di dragaggio effettuate senza alcun accordo tra le categorie interessate, evidenziare le conseguenze subite da tutta la componente biologica di fondale ed il tempo necessario affinché la natura possa compensare tale effetto negativo.

L’obiettivo specifico finale è l’instaurazione di un protocollo d’azione a tutela della risorsa molluschi bivalvi della specie Callista chione e delle imprese di pesca che traggono reddito da essa, da attuare ogniqualvolta gli Enti preposti ravvisino la necessità di avviare interventi infrastrutturali che collidano con esse.

Localizzazione dell’area di cava JC nell’alto Adriatico
Localizzazione delle stazioni di campionamento

Il lavoro tecnico-scientifico previsto nel presente progetto si articola nel modo seguente:

  • Pianificazione operativa ed informazione e comunicazione agli operatori territoriali sull’iniziativa progettuale e coordinamento delle attività.
  • Rilievo dei principali parametri della colonna d’acqua
  • Valutazione dello stato della risorsa Callista chione nell’area JC e nelle zone circostanti
  • Valutazione dello stato della macrofauna bentonica associata con particolare riferimento alle specie di rilevanza ecologica
  • Aggiornamento della situazione della comunità bentonica di fondale ad oltre 10 anni dalle prime attività di dragaggio
  • Redazione di un protocollo di azione in caso di interventi infrastrutturali che interessino i banchi naturali di Callista chione
  • Attività di comunicazione e divulgazione dei risultati
CONTRIBUTO PUBBLICO CONCESSO
Il contributo pubblico concesso è di:
€ 46.941,18
€ 23.470,59 = quale contributo dell’Unione Europea
€ 16.429,41 = a carico del F.d.R.
€ 7.041,18= a carico della Regione del Veneto

Hai delle domande?